5 curiosità sulla storia di Firenze in un anno molto importante per la storia di Ghiott…

Vuoi sapere cosa accadde nel 1953 a Firenze? E vuoi sapere perché abbiamo scelto proprio e solo il 1953? È l’epoca di Giorgio La Pira sindaco, ma per capire l’atmosfera degli anni Cinquanta, di quei tempi in bianco e nero, e per annusare un po’ di storia di Firenze, ecco una rassegna di alcuni fatti più o meno curiosi avvenuti proprio in quell’anno nel capoluogo toscano…

1. Perché l’artista Robert Rauschenberg gettò le sue opere d’arte nell’Arno?

Firenze 1953 - Robert RauschenbergNon si era ancora nell’erà della performing art, e il motivo di questo gesto dell’artista americano, futuro esponente di spicco del neo-dadaismo, fu il fallimento della mostra che aveva allestito a Firenze, alla Galleria d’Arte Contemporanea. Di tutte le opere che aveva esposto non ne aveva venduta neanche una. Un po’ per la rabbia, e un po’ per non avere troppe spese nel viaggio di ritorno a New York, dopo un pic-nic sulla riva del fiume (così vuole la leggenda), l’artista buttò tutte le opere nell’Arno. Chissà se sono ancora lì… (Tra parentesi si trattava delle poi celebri e oggi rare Scatole personali, esposte anche al MoMa di NY…)

Firenze 1953 Gino Bartali

2. Quale ciclista vince il Giro della Toscana?

Che domande: Gino Bartali. A 39 anni il grande Gino avrebbe vinto il Giro della Toscana per la terza e ultima volta…

 

 

3. La Callas è Medea per la prima volta

Firenze 1953 Callas
La Callas era una giovane e sconosciuta cantante, e fu proprio a Firenze, sul palco del teatro del Maggio Musicale Fiorentino, che la soprano si rivelò al pubblico con il suo celebre timbro e il suo talento di interprete, nella Medea di Luigi Cherubini. Fu questo il ruolo che l’avrebbe poi portata in trionfo nei teatri di tutto il mondo, dando avvio alla carriera straordinaria di una personalità che rivoluzionò la storia dell’opera lirica. Se vuoi ascoltarla, clicca qui.

4. Gran Ballo a Boboli.

Una festa d’estate principesca… Giovan Battista Giorgini è l’inventore della moda italiana, il primo a organizzare negli anni Cinquanta una sfiilata per i compratori stranieri. Il primo a unire la tradizione sartoriale fiorentina con l’arte e il Rinascimento. L’inventore della Sala Bianca di Pitti. E di altri eventi mondani come questo Gran Ballo a Boboli che si svolge una sera d’estate nel giardino splendido di Firenze, fra dame eleganti e figuranti portacandele in costume adamitico…

5. Enzo Salaorni inventa i Ghiottini

Questo è l’anno in cui Enzo Salaorni crea nel suo laboratorio di pasticcieria di Firenze i Ghiottini, i famosi cantuccini alle mandorle. Una piccola dolce innovazione che continua a diffondere il suo profumo ancora oggi.
Vuoi conoscere come sono nati e come sono fatti? Clicca qui

 

 

 

 

Leggi tutti i nostri post sull'argomento:


IN EVIDENZA
Mondo Ghiott
Un po' di storia...