Ghiottini

e dolci toscani

L’amore per la tradizione appartiene a Ghiott fin dalle origini, quando nel 1953 il suo fondatore, Enzo Salaorni, giovane erede di una stirpe di finissimi pasticceri fiorentini, reinterpretò, personalizzandola, l’antica ricetta rinascimentale dei cantuccini e diede vita ai Ghiottini. In pochi anni la varietà di dolcezze sfornate da Enzo si ampliò con la proposta delle più tipiche ricette della pasticceria classica toscana: Brutti e Buoni, Amaretti, Panforte, Ricciarelli, e oggi continua con rinnovata creatività e sempre maggiore attenzione alle materie prime, come dimostrano ad esempio i Cantuccini alle Mandorle Bio.

La famiglia Salaorni è felice di essere depositaria di questi antichi saperi e di offrire il piacere di un’alimentazione sana, genuina e gustosa, in linea con la tradizione alimentare toscana. Metodo artigianale e ingredienti semplici continuano a essere la regola per Ghiott. Ecco perché i Ghiottini sono prodotti sempre secondo la ricetta di Enzo, che li rende unici.

I cantucci che messi ad inzuppare,
Son di risparmio tal, che a un tempo stesso
Danno a un galantuom bere e mangiare
(Giovanni Battista Fagiuoli, Rime Piacevoli, Firenze, 1729-1734)

Post recenti

Inzuppare i cantucci nel vinsanto

Si discute sulla Teoria dell’Inzuppo dei biscotti toscani nel liquore. Chi è favorevole? E chi è contrario?

Pranzo della domenica in Toscana

Scopri quali sono i piatti della cucina tradizionale toscana che celebrano il più diffuso rito familiare.

Fiera di Scandicci 2019

Per la prima volta Ghiott partecipa alla famosa Fiera di Scandicci con uno stand ricco di bontà e sorprese. Vieni a trovarci!

Granfondo del Gallo Nero

Anche nel 2019 Ghiott sostiene la classica gara ciclistica che si corre sulle strade del Chianti: una gustosa occasione per gli appassionati della bicicletta e della cucina.

Se sei un addetto al settore

I nostri prodotti