Avete passato gli ultimi giorni di dicembre a mangiare e a bere come se non ci fosse un domani? Ebbene, poiché gennaio si presenta come l’occasione giusta per iniziare qualcosa di nuovo, perché non tentare di rimettersi in forma? Oltre tutto, l’interesse per la forma fisica e la cura del corpo sembra essere rimasto l’ultimo rifugio che ci preservi dal dominio tecnologico, una sorta di baluardo contro la disumanizzazione che ci tiene ancora in contatto con la nostra natura. Quindi cerchiamo di mantenere l’unica macchina che dovrebbe interessarci, quella del nostro corpo, in buone condizioni. Come?

Dalla cicoria al carciofo…

In Rete si possono trovare centinaia di proposte per depurarsi dagli eccessi delle vacanze natalizie: diete a base di cicoria, tisane al carciofo, pranzi monopiatto che deviano in alcuni casi verso un estremismo culinario poco invitante. Insomma, ce n’è per tutti i gusti. Spesso il tutto si risolve con un mese di stupenda astinenza a mortificare gli appetiti, per poi tornare poco dopo agli eccessi a noi familiari, alle abitudini di prima, alla stessa fame, agli stessi sensi di colpa… Quello che vi proponiamo qui, invece, è uno stile alimentare diverso, una rivoluzione da portare avanti per tutto l’anno, o meglio, sempre: la Dieta mediterranea.

La Dieta mediterranea

Furono i nutrizionisti americani Ancel e Margaret Keys, fra gli anni Cinquanta e Settanta del secolo scorso, a descrivere le caratteristiche della Dieta mediterranea, dopo numerosi soggiorni in Italia e in Grecia. Qui si resero conto che la popolazione viveva meglio e più a lungo che nei grassi e opulenti Stati Uniti e individuarono il motivo nello stile alimentare dei popoli di questi luoghi. Più cereali, legumi, verdure e frutta, olio d’oliva a condire, yogurt, pesce, un uso moderato di carne rossa, e perché no, anche un bicchiere di vino al giorno, il tutto seguendo le quantità stabilite dalla famosa piramide alimentare. E a proposito di cereali, tre Biscotti Toscani Gusto&Piacere con farina macinata a pietra potrebbero andar bene a colazione. Ma il vero segreto della Dieta mediterranea è un altro…

Rimettersi in forma dopo le feste

Dieta mediterranea, vero e proprio stile di vita

Non è solo ciò che si mangia a determinare le nostre condizioni di salute e la nostra forma fisica. Il vero segreto della Dieta mediterranea è lo stile di vita. Siamo abituati a pensare che l’attività fisica faccia parte della dieta, e che un po’ di movimento debba essere fatto ogni giorno. Non prendere l’ascensore e fare le scale, andare a piedi in tutti quei luoghi vicino a casa in cui di solito ci si reca in auto. Tutto questo è consigliato da qualsiasi dieta, si sa. Quello che invece la Dieta mediterranea prevede, e che nessun’altra dieta al mondo si sogna di prescrivere, è la convivialità. Il piacere di passare il proprio tempo con gli altri è uno degli elementi fondamentali della Dieta mediterranea, soprattutto se questo tempo condiviso coincide con lo stare a tavola insieme. Così non solo ci si nutre, ma si rafforzano i legami personali e l’identità sociale e culturale degli individui.

Uno stile alimentare patrimonio dell’Unesco

Nel 2010 la Dieta mediterranea è stata dichiarata Patrimonio culturale immateriale dall’Unesco, ed è l’unica dieta che promuove uno sviluppo sostenibile delle risorse alimentari: impiego di risorse naturali con produzione a basso impatto ambientale, stagionalità, biodiversità e frugalità, perché porzioni più piccole sono sufficienti al nostro fabbisogno. La Dieta mediterranea fa bene alle persone e all’ambiente. Quindi, cosa aspettiamo a rimetterci in forma non solo a gennaio ma per sempre? Non abbiamo scuse…

 

 

Leggi tutti i nostri post sull'argomento:


Alimentazione e Salute